Magister

Categorie: Contemporary Romance / Magister / Recensione / Standalone / Veronica Deanike

0 0
Magister

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Nutritional information

Sinossi

Vincent Gaillard, non ancora quarantenne, è un uomo brillante, colto, straordinariamente affascinante, ma inaccessibile. Discendente di una potente famiglia da sempre impegnata nella politica e negli affari, decide comunque di dedicarsi alla carriera accademica. Professore di filosofia nella prestigiosa Sorbona di Parigi ha ottime probabilità di diventarne il Magnifico Rettore.
Sophie Gerard proviene dalla Banlieue, da uno dei tanti agglomerati urbani della periferia francese. Studentessa-lavoratrice di venticinque anni si impegna per inseguire il sogno di un futuro migliore.
L’incontro tra l’algido professore e la dolce studentessa avvolgerà entrambi nelle fiamme di una inarrestabile, quanto torbida, attrazione. Il ghiaccio di Vincent inizierà a sciogliersi e il cuore di Sophie sarà presto rapito. Ma Vincent continuerà a essere un uomo imperscrutabile, incatenato a un passato che non riesce a lasciare andare via. La studentessa e il professore, tra passione trattenuta, una tensione erotica che cresce e non dà respiro, avvicinamenti e improvvisi allontanamenti, giocheranno il gioco della passione e forse… dell’amore. Quando le distanze parranno ormai colmate, il destino, crudele, mischierà ancora le carte. A Sophie non resterà altro che aspettare il suo tenebroso professore. Attendere che sia pronto a portarla via… con sé… lontano da tutto quel dolore.

Data di Pubblicazione: 2 Gen 2018
Genere: Contemporary romance
Edizione : Self publishing

Sinossi

Vincent Gaillard, non ancora quarantenne, è un uomo brillante, colto, straordinariamente affascinante, ma inaccessibile. Discendente di una potente famiglia da sempre impegnata nella politica e negli affari, decide comunque di dedicarsi alla carriera accademica. Professore di filosofia nella prestigiosa Sorbona di Parigi ha ottime probabilità di diventarne il Magnifico Rettore.
Sophie Gerard proviene dalla Banlieue, da uno dei tanti agglomerati urbani della periferia francese. Studentessa-lavoratrice di venticinque anni si impegna per inseguire il sogno di un futuro migliore.
L’incontro tra l’algido professore e la dolce studentessa avvolgerà entrambi nelle fiamme di una inarrestabile, quanto torbida, attrazione. Il ghiaccio di Vincent inizierà a sciogliersi e il cuore di Sophie sarà presto rapito. Ma Vincent continuerà a essere un uomo imperscrutabile, incatenato a un passato che non riesce a lasciare andare via. La studentessa e il professore, tra passione trattenuta, una tensione erotica che cresce e non dà respiro, avvicinamenti e improvvisi allontanamenti, giocheranno il gioco della passione e forse… dell’amore. Quando le distanze parranno ormai colmate, il destino, crudele, mischierà ancora le carte. A Sophie non resterà altro che aspettare il suo tenebroso professore. Attendere che sia pronto a portarla via… con sé… lontano da tutto quel dolore.

Data di Pubblicazione: 2 Gen 2018
Genere: Contemporary romance
Edizione : Self publishing

Magister

Veronica Deanike

  • Medium

Directions

Share

“Tensione sessuale, ecco cos’è. Quella ragazza emana un prepotente erotismo e non ne è nemmeno consapevole. Questo la rende ancora più desiderabile”

Cosa c’è di più desiderabile di una ragazza timida, inoffensiva e smaliziata che ti guarda con due grandi occhi che riflettono la purezza di una giovane età e l’inesperienza della vita? Vincent Gaillard, professore di Filosofia alla Sorbona di Parigi, non ne è immune. Sophie, la sua giovane allieva, è come il bocciolo di un fiore che deve ancora aprirsi per irradiare di luce la sua bellezza. Vincent è affascinato dalla sua timidezza che disorienta ogni sua velleità lussuriosa. L’attrazione per il proibito insieme a una curiosità latente danno inizio a quello che sembra un “muto” corteggiamento per arrivare a conoscerla.

“Era capace di dare piacere a una e più donne, era un amante generoso, ma il proprio piacere, apparteneva a una soltanto.”

Vincent è un uomo affascinate e carismatico che sa incantare una intera platea di giovani ragazzi, con lo stesso carisma con cui riesce ad ammaliare una sola donna in una notte di passione. Intelligente e colto, dietro quel suo fascino incantatore, ha il cuore sepolto dal dolore con cui ogni giorno combatte una dura lotta fra sensi di colpa e mancanze per un amore idealizzato come unico, e ineguagliabile verso la sua moglie defunta. E Sophie è quanto di più sbagliato possa esistere per lui che è diventato incapace di trasformare la passione in sentimento.

“L’unica, qui dentro, che potrebbe trovarsi nei guai, se non la smette di guardarmi in quel modo, è proprio lei: la mia laureanda. E’ intelligente, capirà da sola che è un gioco pericoloso.”

Il professore e l’alunna sembrano lo stereotipo di una storia già raccontata da più voci, ma Veronica Deanike impugna ancora una volta la sua bacchetta e compie una magia. Magister è pura esaltazione dei sensi. La scrittura leggiadra e raffinata dell’autrice sa travolgere ogni cosa per trasportarti verso lidi lontani dell’immaginario, dove ogni senso sembra risvegliarsi di un antico ardore fino a renderti inebriato dal piacere. Un gioco della seduzione dove la passione diventa dirompente e l’eleganza della prosa sembrano la cornice di un antico affresco mitologico dove si celebra l’amore disincantato.

“Era di dolcezza che avevano bisogno, doveva domare la sua irruenza o sarebbe finito troppo presto. Non voleva farla bruciare con la velocità di un fiammifero, ma farla ardere lentamente come la più viva delle braci.”

Sophie è troppo giovane e inesperta. Lei che ha vissuto nelle banlieue di Parigi in una famiglia che gridava ogni giorno al peso della sua esistenza, non riesce a contrastare il desiderio. E’ sopraffatta dal suo gioco, che sembra provocarla per poi allontanarla. L’eleganza e il fascino del Professor Gaillard sono per lei il balsamo che ogni giorno ravviva la sua grigia esistenza, e le sue lezioni diventano teatro di desideri proibiti che imporporano le gote del suo viso. Il cauto interessamento di Vincent riesce a rendere tangibile quella infatuazione che ha sempre provato verso di lui. E’ incontenibile la passione che sfocia fra di loro. Momenti di pura estasi che travolgono il lettore esaltati dalla bellezza di ogni gesto.

Vincent e Sophie intraprendono un viaggio verso la conoscenza dei propri sentimenti e di quelle certezze che il destino ha voluto cancellare. Per Vincent verso la rinascita delle emozioni che provocano il battito del cuore. L’incontenibile bramosia che prova nei confronti di Sophie contrasta ogni giorno contro quei sensi di colpa che offuscano la sua mente. Il suo cuore è ingabbiato verso una donna che ha amato e che con il tempo ha idealizzato come un amore unico e ineguagliabile. Lotta ogni giorno fra il passato che ha immobilizzato ogni suo ardore e il futuro che sembra chiamarlo per illuminare altre strade. Ma solo il coraggio che nasce dalla consapevolezza di essere diventata donna porterà Sophie a fare delle scelte che cambieranno i loro destini. Amore e coraggio saranno le forze trainanti che riusciranno a trasportarli oltre la passione e la sensualità verso la consapevolezza dei sentimenti.

“Poi c’è il coraggio. Una forza interiore che ti porta sempre avanti. Mai indietro. Non ammette immobilità.”

Veronica Deanike dopo “Sospesa” ritorna con Magister a incantare il lettore con un personaggio affascinante e carismatico per dare un nuovo significato alla parola “sensualità”. Passione, bellezza, eleganza, incanto, tormento e dolore sono tutto ciò che riesce a innalzare Vincent come l’uomo che sa rapire il cuore di ogni donna. Il suo modo elegante e raffinato riempie ogni pagina, ogni frase, ogni parola di questo libro. L’autrice ha giocato con il proprio talento dando vita a una storia dove gli eventi sembrano quasi marginali, è la tensione sessuale il solo viaggio emozionale con cui perdersi attraverso la bellezza delle parole. Forse nessun personaggio femminile poteva competere con tanto fascino ed eleganza e Sophie, anche se ha avuto il coraggio di contrastare il reale dall’illusorio, non è riuscita a competere con una forza così predominante. Perdersi nelle parole di questo libro vuol dire riuscire a spengere tutto e… iniziare a sognare.

Tiziana

“Poi ho pensato che l’amore ha una sua matematica. Non è universale e… il risultato non è per tutti lo stesso”

Veronica Deanike

AcquistaAmazon  |  Kobo  |  Itunes

Segui l’autore:

 

(Visited 288 times, 1 visits today)
previous
Nati sotto la stessa stella (Bad Attitude Series 2)
next
Venuto dal freddo
previous
Nati sotto la stessa stella (Bad Attitude Series 2)
next
Venuto dal freddo