Per il tuo nome soltanto

Categorie: Age gap / Arianna Di Luna / cignonero / Contemporary Romance / Historical romance / Military romance / Per il tuo nome soltanto / Recensione / Standalone / War Romance

0 0
Per il tuo nome soltanto

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Nutritional information

Sinossi
Saint-Denis, 1936. Le estati sulla Manica sono grigie e fredde. Lo sa bene Yvette Chambry, che trascorre le vacanze a Nord-Pas-de-Calais, a casa della nonna. Yvette ha dodici anni, vestiti e abitudini da maschiaccio, e una sconfinata ammirazione per i suoi cugini più grandi, Charlotte e Armand. E da qualche tempo ha anche una cotta per Aramis Leroux, il migliore amico di Armand. Ma sa bene che è un amore impossibile. Aramis la tratta gentilmente e non si prende gioco della sua goffaggine e del suo arrossire, ma ha dodici anni più di lei. Per lui, Yvette è solo una bambina.
Parigi, 1943. A diciannove anni appena compiuti, Yvette è rimasta sola in una Parigi occupata e pericolosa. I suoi genitori sono stati arrestati dai nazisti e l’unico modo per sopravvivere è raggiungere Saint-Denis, dove si trova tutto ciò che resta della sua famiglia: sua cugina Charlotte.
Ed è lì che si trova anche Aramis Leroux.
Yvette non ha mai smesso di pensare a lui, non ha mai dimenticato la cotta che aveva per quel ragazzo gentile. Ma Aramis non è più la persona che lei conosceva, e la notte in cui lo incontra per caso, Yvette si rende conto che è diventato gelido, crudele, feroce. E le fa paura, anche se sta dalla parte giusta. È un comandante partigiano, combatte per la Resistenza contro l’occupazione nazista. E non si ricorda minimamente di lei, è convinto di non averla mai vista prima.
Dimenticarsi di lui è l’unica soluzione, ma pur non volendo Yvette deve fare i conti con la sua presenza, con l’attrazione che prova e che cerca di soffocare, senza rendersi conto che anche Aramis adesso lotta per reprimere ciò che sente.
Perché Yvette non è più una bambina. È diventata una donna, una donna coraggiosa e testarda che non ha paura di sfidare la morte e i nazisti per amore della libertà. Una donna che non esita a imbracciare le armi e a combattere per difendere il suo Paese dagli invasori tedeschi.
E Aramis se n’è accorto. Lui, che ora la guarda con diffidenza e desiderio. Lui, che non può permettersi di volerla. Perché volerla per sé significa spezzarle il cuore. E più di tutto, volerla per sé significa metterla in pericolo.

Data di pubblicazione:

18 Novembre 2021

Genere:

Age Gap

Military romance

War romance

Edizioni:

Cignonero

Sinossi
Saint-Denis, 1936. Le estati sulla Manica sono grigie e fredde. Lo sa bene Yvette Chambry, che trascorre le vacanze a Nord-Pas-de-Calais, a casa della nonna. Yvette ha dodici anni, vestiti e abitudini da maschiaccio, e una sconfinata ammirazione per i suoi cugini più grandi, Charlotte e Armand. E da qualche tempo ha anche una cotta per Aramis Leroux, il migliore amico di Armand. Ma sa bene che è un amore impossibile. Aramis la tratta gentilmente e non si prende gioco della sua goffaggine e del suo arrossire, ma ha dodici anni più di lei. Per lui, Yvette è solo una bambina.
Parigi, 1943. A diciannove anni appena compiuti, Yvette è rimasta sola in una Parigi occupata e pericolosa. I suoi genitori sono stati arrestati dai nazisti e l’unico modo per sopravvivere è raggiungere Saint-Denis, dove si trova tutto ciò che resta della sua famiglia: sua cugina Charlotte.
Ed è lì che si trova anche Aramis Leroux.
Yvette non ha mai smesso di pensare a lui, non ha mai dimenticato la cotta che aveva per quel ragazzo gentile. Ma Aramis non è più la persona che lei conosceva, e la notte in cui lo incontra per caso, Yvette si rende conto che è diventato gelido, crudele, feroce. E le fa paura, anche se sta dalla parte giusta. È un comandante partigiano, combatte per la Resistenza contro l’occupazione nazista. E non si ricorda minimamente di lei, è convinto di non averla mai vista prima.
Dimenticarsi di lui è l’unica soluzione, ma pur non volendo Yvette deve fare i conti con la sua presenza, con l’attrazione che prova e che cerca di soffocare, senza rendersi conto che anche Aramis adesso lotta per reprimere ciò che sente.
Perché Yvette non è più una bambina. È diventata una donna, una donna coraggiosa e testarda che non ha paura di sfidare la morte e i nazisti per amore della libertà. Una donna che non esita a imbracciare le armi e a combattere per difendere il suo Paese dagli invasori tedeschi.
E Aramis se n’è accorto. Lui, che ora la guarda con diffidenza e desiderio. Lui, che non può permettersi di volerla. Perché volerla per sé significa spezzarle il cuore. E più di tutto, volerla per sé significa metterla in pericolo.

Data di pubblicazione:

18 Novembre 2021

Genere:

Age Gap

Military romance

War romance

Edizioni:

Cignonero

Arianna Di Luna
E’ nata a Roma nel 1992. È italofrancese e vive tra Roma e Dunkerque. Autrice molto amata dal pubblico, scrive storie d’amore tormentate e mai banali, e i suoi romanzi sono sempre in vetta alle classifiche. Per Cignonero ha già pubblicato “il giorno giusto per incontrarti” mentre in self-publishing sono apparsi, tra gli altri, “Incantevole e proibito”, “Di fuoco e d’ambra”, “Eden in the dark”. Per il tuo nome soltanto è il suo primo romance storico.

Arianna Di Luna
E’ nata a Roma nel 1992. È italofrancese e vive tra Roma e Dunkerque. Autrice molto amata dal pubblico, scrive storie d’amore tormentate e mai banali, e i suoi romanzi sono sempre in vetta alle classifiche. Per Cignonero ha già pubblicato “il giorno giusto per incontrarti” mentre in self-publishing sono apparsi, tra gli altri, “Incantevole e proibito”, “Di fuoco e d’ambra”, “Eden in the dark”. Per il tuo nome soltanto è il suo primo romance storico.

Per il tuo nome soltanto

Arianna Di Luna

Directions

Share

“Sapevo sin da subito che non mi sarei lasciato piegare, non sarei diventato un loro schiavo per salvarmi la vita. E allora mi è rimasta una sola strada: combatterli.”

Ho scoperto Arianna Di Luna tempo fa, incuriosita dal fatto che in pochi, o almeno pochi in confronto a oggi, conoscevano i suoi libri. Ricordo la naturalezza con cui mi sono immersa nelle sue storie arricchite da quel mix speciale di ansia, passione e sentimento… le stesse emozioni, insomma, che hanno ispirato i suoi protagonisti non sempre facili, ma caratterizzati da passioni che arroventano la pelle e portatori di messaggi che rimangono impressi nel cuore. Emozioni, in definitiva, che mi hanno travolta isolandomi dal resto del mondo, perché leggere un libro di Arianna vuol dire azzerare tutto: tutto ciò che vi circonda.

Questa volta l’autrice ha indossato una nuova veste che ha reso la sua prosa cruda ma assolutamente meravigliosa.  Ha voluto, infatti, misurarsi con l’Historical Romance, ambientando una storia d’amore in uno dei periodi più bui del secolo passato, un periodo che costò all’umanità distruzioni, sofferenze e massacri. Ma la sua scrittura è riuscita a edulcorare un’ambientazione così devastante, raccontando del coraggio e delle gesta di eroi, simbolo di quel movimento che durante la Seconda guerra mondiale si oppose alle atrocità del nazismo.

“La guerra distrugge i sogni di tutti, soprattutto quelli dei più giovani. E io ho diciannove anni e non ho mai baciato nessuno.”

Yvette Chambry ha soli diciannove anni quando lascia Parigi con un passaporto falso per raggiungere sua cugina Charlotte a Nord-Pas-de-Calais. Sembra passato così tanto tempo da quando a dodici anni aveva passato l’estate a casa di sua nonna giocando con i suoi amati cugini Charlotte e Armand. Di quei tempi spensierati non è rimasto più nulla. Il ricordo di quel ballo con il bellissimo Aramis invade ancora i suoi sogni, ma ora non si può più permettere di fantasticare, la guerra ha spazzato via anche gli anni della sua adolescenza. Si ritrova oggi, suo malgrado, cresciuta troppo in fretta e con una valigia in mano, a dover attraversare da sola la Francia, dopo che i tedeschi hanno arrestato i suoi genitori.

Saint-Denis non assomiglia più a quella località di mare in cui passava estati spensierate, anche qui la paura trasfigura il volto degli abitanti. I tedeschi hanno invaso la Francia portando con sé la follia di un esercito che incute terrore. Ma Yvette ha coraggio da vendere e, quando scopre che sua cugina fa parte della Resistenza, decide che anche per lei è arrivato il momento di lottare per la libertà del suo paese contro l’occupazione nazista e aiutare un popolo che vive di stenti, oltre che di paura.

Quando incontra Aramis, non sa che è lui a tenere le fila dei combattenti della Resistenza. Si ritrova davanti un uomo cambiato, diverso, dal volto crudele e spietato, che non assomiglia più al principe dei suoi sogni. E ancora peggio, lui non si ricorda più di lei.

“La vita l’ha indurito, lo ha reso spietato. Ha lo sguardo freddo, privo di emozioni. Ha visto morire troppa gente.”

Il loro è un rapporto difficile: mentre lei combatte ogni giorno con i sentimenti che affollano il suo cuore, lui sembra volerla allontanare mettendola continuamente alla prova. Peccato che quello che Aramis nasconde, al di là della sua supponenza, è un desiderio puro. Un autentico trasporto verso quella ragazza che stima per il coraggio e la capacità di adattarsi pur di diventare una vera combattente.

Pagina dopo pagina è sempre più difficile per i due nascondere i sentimenti: i loro cuori, infatti, palpitano con un semplice tocco. In una terra così devastata, in quell’assenza di affetti imposta dal continuo confronto con la morte, il fiorire di sentimenti così puri, sinceri e riempitivi è l’unica scintilla di speranza. Aramis e Yvette trovano conforto in quella passione ardente che tracima dai loro sguardi, da quel modo unico di proteggersi a vicenda, lì dove sopravvivere diventa una ragione di vita per sé stessi e soprattutto per gli altri.

“Nonostante la disperazione, mi rendo conto di quanto sia bello starsene tra le sue braccia. Come se avessi avuto fame a lungo e all’improvviso fossi stata nutrita.”

Due eroi di un tempo passato talmente forti e coraggiosi che possono ancora insegnarci tanto.

Aramis è l’uomo forte e coraggioso che dell’altruismo e della libertà ne fa una ragione di vita.  È pronto a morire per proteggere il suo paese e la donna che ama.

Per descrivere Yvette, le mie parole non bastano. Non riuscirò mai a raccontare la sua unicità, ma posso assicurare che ambirete ad almeno la metà della sua grandezza. Coraggio, volontà, perseveranza, intelligenza, forza e fierezza sono le doti che questa giovane donna mette al servizio del suo paese, con quella sana umiltà che la rende unica. Yvette riesce ad amare in modo così totalizzante che, quando Aramis salverà lei, lei sarà pronta a farsi uccidere pur di salvare lui.

I due protagonisti sono descritti con tale rispetto che solo chi ha la capacità di raccontare grandi gesta può donargli il giusto valore, così come Arianna Di Luna è riuscita a fare con una scrittura fluida e potente. La sua magica penna ha catturato il mio tempo, coinvolgendomi con momenti crudi, personaggi unici, passioni travolgenti, dolore, sofferenza… tutto raccontato con una cifra che ha un unico comune denominatore: la bellezza.

La bellezza della buona scrittura, del saper rendere tutto così reale. La bellezza di una storia ai tempi di un passato che ha segnato per sempre i nostri futuri. La bellezza della passione vera e incontaminata che ha reso meno dolorosa la crudeltà della guerra. La bellezza dei valori e delle cose semplici. La bellezza di un bacio rubato, sofferto e desiderato. La bellezza dell’amore che è riuscito a dare colore al grigio fumoso e assordante di una terra devastata dal dolore. La bellezza di un libro che ti viene voglia di possedere e di stringere forte come se fosse un bene prezioso. La bellezza di un’emozione che come sempre porta il cuore a palpitare di quell’inaspettato turbamento che si trasforma in fortissima commozione.  E, infine, lacrime di dolore nell’immaginare la crudeltà e la follia di una guerra che ha reso gli uomini senza volto accompagnate a lacrime di gioia per un finale che restituisce quel sorriso di felicità a una vicenda indimenticabile che dona speranza e in cui spero ogni lettore troverà le stesse emozioni che hanno colmato il mio cuore.

Una lettura devastante, sconvolgente, assolutamente meravigliosa.

“Di tutta questa felicità, di tutto questo amore, di tutta questa luce. Non ne avremo mai abbastanza.”

Indimenticabile!

Tiziana 

Arianna Di Luna

Segui l’autore    

Acquista il libro: Amazon

(Visited 1.059 times, 1 visits today)
previous
PRESENTAZIONE: La bussola del cuore
next
PRESENTAZIONE: Lunga vita ai cuori stupendi
previous
PRESENTAZIONE: La bussola del cuore
next
PRESENTAZIONE: Lunga vita ai cuori stupendi

Aggiungi il tuo commento

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Privacy Preference Center

Necessary

Necessary cookies help make a website usable by enabling basic functions like page navigation and access to secure areas of the website. The website cannot function properly without these cookies.

__cfduid, gdpr[allowed_cookies] , gdpr[consent_types] , local_storage_support_test , PHPSESSID

Statistics

Statistic cookies help website owners to understand how visitors interact with websites by collecting and reporting information anonymously.

_ga , _gat, _gid

Marketing

Marketing cookies are used to track visitors across websites. The intention is to display ads that are relevant and engaging for the individual user and thereby more valuable for publishers and third party advertisers.

__widgetsettings, r/collect