La teoria dell’aragosta

Categorie: Adriana Rubens / La teoria dell’aragosta / Recensione

0 0
La teoria dell’aragosta

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Nutritional information

Sinossi
Hugo e Lucía non si sopportano, ma sono costretti ad avere a che fare l’uno con l’altra, visto che appartengono allo stesso gruppo di amici. Gli screzi tra i due sono sempre stati all’ordine del giorno, per via delle loro personalità completamente opposte: Hugo è un seduttore nato, allergico ai legami e interessato solo alle storie di una notte, mentre Lucía riservata e pragmatica, non tollera la superficialità e non riesce a perdonarsi di essere stata così ingenua da farsi spezzare il cuore da un ragazzo tale e quale a Hugo. Ultimamente però le cose tra loro si sono fatte complicate: durante il famoso Holi Festival a Nuova Delhi, Hugo è convinto di aver incontrato Lucía e di esserci andato a letto, ma non ricorda i particolari di quella serata, e dal canto suo Lucía si comporta come se non fosse mai accaduto… e se davvero fosse stato solo un sogno? Hugo non riesce a smettere di pensarci ed è deciso ad andare fino in fondo e scoprire la verità su quella notte. C’è solo un piccolo problema: Lucía, diventata una travel blogger di successo è impegnata in un lungo viaggio tra Asia e Australia… vale la pena correrle dietro per mezzo mondo solo per scoprire la verità?

Data di pubblicazione:

4 marzo 2021

Genere:

Contemporary romance

Edizioni:

Cignonero

Sinossi
Hugo e Lucía non si sopportano, ma sono costretti ad avere a che fare l’uno con l’altra, visto che appartengono allo stesso gruppo di amici. Gli screzi tra i due sono sempre stati all’ordine del giorno, per via delle loro personalità completamente opposte: Hugo è un seduttore nato, allergico ai legami e interessato solo alle storie di una notte, mentre Lucía riservata e pragmatica, non tollera la superficialità e non riesce a perdonarsi di essere stata così ingenua da farsi spezzare il cuore da un ragazzo tale e quale a Hugo. Ultimamente però le cose tra loro si sono fatte complicate: durante il famoso Holi Festival a Nuova Delhi, Hugo è convinto di aver incontrato Lucía e di esserci andato a letto, ma non ricorda i particolari di quella serata, e dal canto suo Lucía si comporta come se non fosse mai accaduto… e se davvero fosse stato solo un sogno? Hugo non riesce a smettere di pensarci ed è deciso ad andare fino in fondo e scoprire la verità su quella notte. C’è solo un piccolo problema: Lucía, diventata una travel blogger di successo è impegnata in un lungo viaggio tra Asia e Australia… vale la pena correrle dietro per mezzo mondo solo per scoprire la verità?

Data di pubblicazione:

4 marzo 2021

Genere:

Contemporary romance

Edizioni:

Cignonero

Adriana Rubens
Vive e lavora a Valencia e ha all’attivo molti romanzi di genere storico e rosa, con cui ha vinto diversi premi in Spagna. “Il destino della porta accanto” è il suo primo romanzo tradotto in Italia, e la casa editrice Cignonero ha già acquisito i diritti per un altro romanzo che uscirà nel corso del 2021 e che vedrà protagonisti alcuni personaggi che troverete già presenti in questa storia.

Adriana Rubens
Vive e lavora a Valencia e ha all’attivo molti romanzi di genere storico e rosa, con cui ha vinto diversi premi in Spagna. “Il destino della porta accanto” è il suo primo romanzo tradotto in Italia, e la casa editrice Cignonero ha già acquisito i diritti per un altro romanzo che uscirà nel corso del 2021 e che vedrà protagonisti alcuni personaggi che troverete già presenti in questa storia.

La teoria dell’aragosta

Adriana Rubens

Directions

Share

Sarà vero che in amor vince chi fugge?

Dopo aver terminato questo nuovo straordinario romanzo di Adriana Rubens, ogni dubbio è scomparso. Ritrovare Hugo e Lucìa, che già mi avevano ammaliata e incuriosita nel Il destino della porta accanto, con un desiderio celato tra i loro sguardi infuocati e un’attrazione soffocata dall’orgoglio, è stato avventuroso e appagante.

“Se continuerai a vivere per compiacere gli altri invece di inseguire i tuoi sogni, non sarai mai felice. Vivi la tua vita, Lucìa”

Bastano queste semplici parole di Hugo, per far capire a Lucìa, travolta ormai in un vortice di frustrazione, che l’unico modo per scrollarsi di dosso il senso del dovere che la sta soffocando è lasciarsi tutto alle spalle, stravolgere la sua esistenza, fare una valigia e partire per realizzare il suo sogno più grande: girare il mondo e mettere più distanza possibile tra lei e quel ragazzo così affascinante ma dal cuore irraggiungibile. Lucìa parte così con la speranza di lasciare a Valencia non solo il peso dei suoi doveri ma anche i sentimenti per Hugo, incapace di comprendere la sua attrazione per un ragazzo così irresponsabile e volitivo che non potrà mai darle la stabilità emotiva di cui ha bisogno.

“A volte credo che si senta provocata solo a sentirmi respirare”

Hugo non ha mai dimenticato gli occhi profondi di Lucìa, e l’inspiegabile reticenza nei suoi confronti, neppure in Giappone dove ora vive. In una pausa dal lavoro, un viaggio in India appare la cosa più giusta da fare per distrarsi, ma rivederla a Nuova Delhi non era contemplato e il suo cuore subisce una prima brusca battuta d’arresto.

Devo dire che mi è piaciuto molto quando inizialmente, seppure con una narrazione in terza persona, sono stati i sentimenti di Hugo a essere protagonisti, descritti in modo pieno e dettagliato. Lui che, convinto di aver passato la notte più bella della sua vita con Lucìa e non riuscendo più a dimenticarla, andrà contro sé stesso pur di ritrovarla e cercare di capire il legame che li unisce, ma sarà costretto anche a cimentarsi in prove al di fuori del limite umano, sforando a volte nel ridicolo pur conquistarla, con disavventure rocambolesche pregne di comicità assurda.

“Per avere una terza possibilità, dovrai fare tre cose per me: portarmi un tesoro dal fondo del mare, scalare una montagna e camminare all’interno di un vulcano. E dopo di ciò dovrai comunque fare qualcosa che mi stupisca così tanto da convincermi a venire a letto con te”

Il loro sarà un amore che, oltre a farli divertire, li porterà a fare il giro del mondo. Partendo dall’India, per attraversare il Giappone, e poi toccare le spiagge incontaminate dell’Indonesia, Lucìa e Hugo attraverseranno il cuore selvaggio dell’Australia, ampliando la cultura del lettore tappa dopo tappa con la descrizione di scenari suggestivi. Verrete travolti dal desiderio di conoscere angoli meravigliosi del mondo e scoprire la magia speciale con cui si colora il disegno di un sentimento vivo e duraturo. Una storia che si arricchisce di un percorso avventuroso e travolgente, costruito con una forma narrativa straordinaria che contraddistingue questo romanzo in bellezza con uno stile senza paragoni nel panorama romance.

Hugo e Lucìa dovranno combattere un sentimento che fa paura per l’intensità, facendo scontrare due cuori e due anime diverse e forse inconciliabili, con un destino che cerca in ogni modo di fondere insieme. E contro il destino non ci sono possibilità di vittoria. Subentrerà, allora il coraggio e l’entusiasmo per la vita che questi due personaggi così vulnerabili hanno in comune, per spingerli l’uno verso l’altro in una battaglia d’amore e passione contro cui è impossibile perdere. Non importa come, né dove o quando. Due cuori, che si riconoscono anche in mezzo a mille dubbi, sapranno sempre ritrovarsi e amarsi.

“Chiamalo come vuoi, ma credo che tu sia la mia metà della mela, la mia anima gemella, la persona che sta all’altro capo del mio filo rosso, la mia aragosta….

La tua cosa?

La mia aragosta. È una teoria di Phoebe, una dei personaggi di Friends. Sostiene che quando le aragoste si innamorano è per tutta la vita “

L’amore che lega le vite di Hugo e Lucìa è incontrollabile, potente e talmente folle da farli girare il mondo per cercarsi e poi tornare sempre in un porto sicuro: quello nascosto tra i loro cuori.

La teoria dell’aragosta è un romanzo in cui la cultura e le tradizioni dei paesi del mondo asiatico, vengono raccontate quasi con la stessa intensità dei sentimenti, decantando un fascino orientale che contraddistingue il racconto di una peculiarità da far emergere un grande desiderio di partire per visitarli. Se uno degli obiettivi era di spingere il lettore a voler scoprire questa parte del mondo, l’autrice ci è riuscita. Luoghi e tradizioni popolari (leggere della Festa del pene di ferro mi ha quasi tramortita ma rivolgo tutta la mia profonda ammirazione a chi l’ha istituita!) sono raccontati con una forma straordinaria che suscita entusiasmo e voglia di salire sul primo aereo disponibile per partire.

Amo e bramo i libri scritti da Adriana Rubens perché ha uno stile fresco, originale, un po’ folle e mai scontato. I dialoghi e le scene che crea sono appassionanti e profondi ma anche intrisi di una comicità sconvolgente che difficilmente ho trovato in altri libri, quantomeno non con la stessa forza ironica. Ogni personaggio è strutturato in modo completo da risultare perfetto in ogni sfumatura. Il suo stile è innovativo, travolgente, non lesina di romanticismo e tenerezza, per riempire la lettura di emozioni fortissime.

Hugo e Lucìa entrano nel cuore del lettore con immediatezza, insegnando che tutto dipende da come l’istinto ci fa percepire le persone e ciò che le circonda, suggerendo di non permettere mai a nessuno di indicarci la direzione da seguire per stare bene, ma di cercarla in fondo al cuore e infondendo il coraggio di osare l’impossibile per conquistare la felicità che meritiamo di avere. Lanciarsi nell’ignoto può fare paura, ma una volta spiccato il volo, può renderci invincibili.

“Never try, never know.

Tunjukan nyali anda…

Test your adrenalin!

Light on your spirit.

(Se non lo provi, non lo saprai mai. Vediamo se hai fegato…metti alla prova la tua adrenalina e illumina il tuo spirito”

Wanessa

Adriana Rubens

Segui l’autore       

Acquista il libro: Amazon

Potrebbe piacerti anche...

LA NOSTRA RECENSIONE

(Visited 368 times, 1 visits today)
previous
PRESENTAZIONE: Il profeta
next
COVER REVEAL: Unforgettable
previous
PRESENTAZIONE: Il profeta
next
COVER REVEAL: Unforgettable

2 Comments Hide Comments

Rispondi a Morena Stazi Annulla risposta

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto