Ancora una fermata

Categorie: Ancora una fermata / Casey McQuiston / Contemporary Romance / Mondadori / New Adult / Recensione / Standalone

0 0
Ancora una fermata

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Nutritional information

Sinossi
August Landry ha ventitré anni e ha trascorso gli ultimi cinque spostandosi da una città – e università – a un’altra. Cinica e disincantata, non si fida di nessuno e porta sempre con sé un coltellino svizzero perché, come le ha insegnato sua madre, “è meglio non farsi cogliere impreparate”. Quando decide di trasferirsi a New York, non ha grandi aspettative. Dopotutto è cresciuta pensando che non ci sia alcuna “magia” nella vita, che le storie d’amore tanto celebrate nei film non esistano e, soprattutto, che possiamo contare solo su noi stessi perché, in fondo, siamo soli al mondo. Mai e poi mai potrebbe immaginare che proprio nei suoi eccentrici coinquilini troverà la famiglia che le è sempre mancata e un posto da poter finalmente chiamare casa. E, soprattutto, che i suoi viaggi quotidiani in metropolitana diventeranno qualcosa di eccitante. Chi poteva pensare, infatti, che nella sua vita sarebbe piombata lei, Jane, la ragazza con la giacca di pelle nera che August incontra ogni volta che prende la linea Q. Jane, la parte migliore della sua giornata. Sarebbe davvero tutto perfetto se non fosse che la ragazza sembra incapace di scendere, da quel vagone della metro. Ma August non è una che si arrende facilmente e farà di tutto, compreso ciò che del suo passato aveva cercato di lasciarsi alle spalle, pur di “salvarla”. E forse salvare anche se stessa imparando che, alla fine, vale la pena iniziare a credere in qualcosa. E negli altri.

Data di pubblicazione:

7 Giugno 2022

Genere:

Contemporary romance

Edizioni:

Mondadori

Sinossi
August Landry ha ventitré anni e ha trascorso gli ultimi cinque spostandosi da una città – e università – a un’altra. Cinica e disincantata, non si fida di nessuno e porta sempre con sé un coltellino svizzero perché, come le ha insegnato sua madre, “è meglio non farsi cogliere impreparate”. Quando decide di trasferirsi a New York, non ha grandi aspettative. Dopotutto è cresciuta pensando che non ci sia alcuna “magia” nella vita, che le storie d’amore tanto celebrate nei film non esistano e, soprattutto, che possiamo contare solo su noi stessi perché, in fondo, siamo soli al mondo. Mai e poi mai potrebbe immaginare che proprio nei suoi eccentrici coinquilini troverà la famiglia che le è sempre mancata e un posto da poter finalmente chiamare casa. E, soprattutto, che i suoi viaggi quotidiani in metropolitana diventeranno qualcosa di eccitante. Chi poteva pensare, infatti, che nella sua vita sarebbe piombata lei, Jane, la ragazza con la giacca di pelle nera che August incontra ogni volta che prende la linea Q. Jane, la parte migliore della sua giornata. Sarebbe davvero tutto perfetto se non fosse che la ragazza sembra incapace di scendere, da quel vagone della metro. Ma August non è una che si arrende facilmente e farà di tutto, compreso ciò che del suo passato aveva cercato di lasciarsi alle spalle, pur di “salvarla”. E forse salvare anche se stessa imparando che, alla fine, vale la pena iniziare a credere in qualcosa. E negli altri.

Data di pubblicazione:

7 Giugno 2022

Genere:

Contemporary romance

Edizioni:

Mondadori

Casey McQuiston
Vive all’incrocio tra divertimento, avventura romantica, evasione e personaggi dalla bocca intelligente con cattive maniere e grandi cuori. E’ nata e cresciuta nel profondo sud che le ha insegnato ad amare una bella storia e un ottimo biscotto, ora vive e lavora a New York City con il suo cane, Pepper.

Casey McQuiston
Vive all’incrocio tra divertimento, avventura romantica, evasione e personaggi dalla bocca intelligente con cattive maniere e grandi cuori. E’ nata e cresciuta nel profondo sud che le ha insegnato ad amare una bella storia e un ottimo biscotto, ora vive e lavora a New York City con il suo cane, Pepper.

Ancora una fermata

Casey McQuiston

Directions

Share

Non vi nego che entrare in empatia con questo libro per me non è stato facile, o almeno l’audace scrittura di Casey McQuiston non è stata così immediata come in Rosso, bianco & sangue blu.  Questa volta non c’erano luoghi da favola, Principi e Presidenti, ma la vita pullulante di una New York caotica e raggiungibile per pochi, dove tutto è possibile e niente per chi non lo merita. Il profilo di August è perfettamente contestualizzato in una metropoli eterogenea dove puoi vivere abbuffandoti di quello che ti circonda, ma anche in solitaria senza che nessuno si accorga della tua presenza.

“La verità è che quando sei da sola da tutta una vita la possibilità di trasferirti in una città enorme in cui perderti, in cui la solitudine sembra quasi una scelta, è incredibilmente allettante.”

Una ragazza come August ci sguazza bene, così cinica e sicuramente troppo riservata, per certi aspetti anche un po’ triste, assolutamente bisognosa di solitudine. Ma sono i tre personaggi, che incontra come coinquilini, che mi hanno catapultata in una scena da film alla “The Rocky Horror Picture Show”, dove la parola eccentrici si sposa perfettamente con sbandati. A questo punto ho smarrito la bussola e intenzionata più volte a chiudere il libro, ho cercato di capire in quale emisfero congestionato dall’immaginazione l’autrice mi volesse catapultare. Ma la McQuiston di immaginazione ne ha tanta, non dimentichiamo la meravigliosa storia d’amore, in Rosso, Bianco & sangue blu, tra un immaginario – ma anche futuristicamente reale – figlio di una prima donna Presidente degli Stati Uniti e il suo Principe d’Inghilterra. Solo che nella prima parte di Ancora una fermata di romanticismo se ne vede poco. I personaggi interagiscono tra loro sfoggiando la propria stravaganza in una miscela di scene al limite del surreale.  Intendiamoci, non sto parlando di scene sconclusionate senza un filo logico, ma solo di una stramberia che non riesci a collocare in un emisfero quotidiano. Fino a quando l’autrice mi regala la chiave per accedere nel suo mondo fantastico per collocare ogni piccolo dettaglio al posto giusto. C’è stato un momento preciso in cui la mia insoddisfazione è diventata frenesia di scoprire ogni piccolo particolare del viaggio che l’autrice mi invitava a percorrere.

Il viaggio vero e proprio inizia dentro un luogo comune come la metropolitana di New York, dove i binari si snocciolano tra gallerie e viste mozzafiato dai ponti che collegano la terra ferma con Manhattan: un luogo nevralgico di vita eterogenea dove è facile incontrare il musicista folk e il manager con in mano un coffee bollente. August e Jane sono due viaggiatrici di una New York operosa che affolla i vagoni aspettando la propria fermata. Due ragazze che si guardano e notano di avere qualcosa che li attrae. Energia, curiosità, forse magia. Un incontro che diventano due, tre e poi quattro fino ad avere bisogno ogni giorno di un contatto, di conoscersi reciprocamente, mentre il tempo sembra fermarsi e lo spazio rimpicciolirsi in un luogo immobile, in contrasto con la velocità che li trasporta. Ma ogni giorno August scende alla sua fermata mentre Jane rimane incastrata nella sua corsa.

La penna dell’autrice vola sulle pagine forgiandosi di quel romanticismo ben noto che ti fa battere il cuore, che ti emoziona con un semplice bacio. August è una ragazza affamata di affetto, e una volta provato non può più farne a meno. Trova oltre l’amore, una famiglia, una casa dove ritornare e sentirsi accolta attraverso personaggi stravaganti che legittimano la loro collocazione in una visione inclusiva della vita. Ruotano attorno alla storia di August e Jane, si conquistano una propria identità, uno spazio dove raccontare la diversità che li rende unici. Un viaggio alla volta della conoscenza di un mondo in cui a volte è facile sentirsi esclusi. Personaggi, tempo, energia, stravaganza e vita prendono forma in un disegno più grande dove la parte più romantica lascia il posto a un’inebriante ricerca di conoscenza, accettazione e infine rinascita. Un viaggio a tappe predestinate per scoprire la vita di un passato che l’autrice apre i confini tra reale e magia. Un tocco stravagante che si addice a una mente fervida come quella della McQuiston che usa la magia per raccontare una storia d’amore bellissima che supera i limiti del tempo e dello spazio.

“Non puoi cancellare un bacio con la persona più impossibile mai conosciuta. Non sarà mai in grado di dimenticarne il sapore”

Lasciarsi trasportare dalla penna bizzarra e profonda di questa autrice vuol dire conoscere una diversa realtà che riesce ad amalgamarsi nella stessa quotidianità che viviamo ogni giorno. Questa volta non si è avvalsa della favola per raccontare l’amore, ma ha voluto raffigurare il sentimento in modo univoco senza porsi limiti, ritraendolo attraverso l’inclusione dell’altro dove i confini sono aperti a tutti. Un bagliore di speranza per chi si sente escluso, per chi scova la felicità nello sguardo degli altri, nella certezza un giorno di poterne fare parte.

Tiziana

Casey McQuiston

Segui l’autore:    

Acquista il libro: Amazon  | KoboItunes |

Potrebbe piacerti anche...

LA NOSTRA RECENSIONE

(Visited 621 times, 2 visits today)
previous
COVER REVEAL: Baciami prima di andare
next
PRESENTAZIONE: La cattiva ragazza
previous
COVER REVEAL: Baciami prima di andare
next
PRESENTAZIONE: La cattiva ragazza

Aggiungi il tuo commento